Andrea Lissoni, nuovo curatore alla Tate Modern

Andrea Lissoni, nuovo curatore alla Tate Modern

Andrea Lissoni, curatore di Pirelli HangarBicocca dal 2011, è stato nominato Film and International Art Curator della Tate Modern di Londra, incarico che assumerà da marzo 2014


Il presigioso incarico non impedirà a Lissoni di mantenere il proprio ruolo per Pirelli HangarBicocca portando avanti la programmazione artistica realizzata con l’Artistic Advisor Vicente Todolí e curando, in particolare, le mostre di Micol Assaël, Céline Condorelli, Joan Jonas e Philippe Parreno.

Sono molto felice di entrare a far parte dello staff della Tate Modern di Londra e di poter nel contempo proseguire il mio lavoro con Pirelli HangarBicocca curandone le mostre fino al 2015. I due incarichi mi consentiranno da un lato di collaborare all’attività di una delle più prestigiose istituzioni nel mondo dell’arte e dall’altro a quella di una realtà italiana che, anche grazie al suo sguardo internazionale, è diventata di primo piano in Italia e all’estero, cosa che è per me motivo di orgoglio” ha dichiarato Andrea Lissoni.

Andrea Lissoni (Milano 1970) PhD, è storico dell’arte e curatore presso HangarBicocca, Milano. Co-fondatore di xing e co-direttore del festival internazionale Live Arts Week-Gianni Peng, dal 2001 ha insegnato presso l’Accademia di Brera e dal 2007 insegna presso l’Università Luigi Bocconi. È curatore del magazine “Cujo”, collabora regolarmente con “Mousse Magazine” ed è co-curatore di V-Drome, programma di screening online di artisti e filmmaker. Fra 2011 e 2013 ha curato mostre personali di Susan Hiller presso la Fondazione Antonio Ratti a Como. Per Pirelli HangarBicocca ha curato le mostre di Céleste Boursier Mougenot, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi (retrospettiva), Wilfredo Prieto, Tomás Saraceno, Apichatpong Weerasethakul, Mike Kelley e Ragnar Kjartansson. (r.v





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto