Adel Abdessemed: la “testata” di Zidane a Materazzi è arte

Adel Abdessemed: la “testata” di Zidane a Materazzi è arte

Sacro e profano che si mischiano. Può un evento così popolare diventare una scultura, secondo Adel Abdessemed sì.


Erano i mondiali di Francia del 2006 e un nervosissimo Zidane ha sfogato così la sua frustrazione, con una “testata” rimasta negli archivi di tutti i calciofili e di tutti gli italiani, probabilmente anzi, dei francesi.

 

 

La famosa testata a distanza di 6 anni diventa un’opera d’arte, una scultura grande, imponente e posta a Parigi al Centre Pompidou. La testata diventa una scultura che ha destato l’ira e le proteste dei francesi che vogliono far scivolare nel dimenticatoio lo spiacevole evento. L’autore della statua, l’algerino Adel Abdessemed deve dunque fare i conti con questa rivolta “cittadina” che è sfociata in un appello, proprio all’uomo “condannato” per la colpa, Zizou Zidane.

 

 

L’Associazione Nazionale dei Funzionari Locali di Calcio francese ha addirittura chiesto al campione algerino di denunciare Abdessemd e il museo parigino per diffamazione. Ma cosa vorrebbe l’associazione? L’immediata rimozione:

“La statua mette in scena il gesto più detestabile dell’immensa carriera di Zidane. Il simbolo è “contrario all’etica sportiva e ai valori sostenuti e trasmessi da centinaia di educatori e di dirigenti che si impegnano ovunque a favore dei nostri giovani praticanti“; questa immagine “provocatoria” finisce “deliberatamente per occultare il vostro talento e tutte le emozioni positive che voi avete fatto condividere al nostro Paese”

Noi siamo certi che la statua resterà al proprio posto e voi?

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto