A Viterbo antichi segreti di Cipro

A Viterbo antichi segreti di Cipro

Un edificio compreso in un perimetro triangolare, probabilmente il più antico tempio eretto a Cipro, risalente a 4 mila anni…


Un edificio compreso in un perimetro triangolare, probabilmente il più antico tempio eretto a Cipro, risalente a 4 mila anni

fa. E’ la nuova scoperta effettuata dal team di archeologi coordinato da Maria Rosaria Belgiorno dell’Istituto per le

tecnologie applicate ai beni culturali (Itabc) del Consiglio nazionale delle ricerche. La missione archeologica è

cofinanziata dal Ministero degli Affari Esteri Italiano, dall’associazione culturale ‘Tuscia Cultura’, dal Centro per

l’Archeologia Sperimentale ‘Antiquitates’ di Blera e dalla Municipalità di Pyrgos.
La scoperta, avvenuta a Pyrgos-Mavroraki, va ad aggiungersi alle tante altre che hanno contribuito a ridisegnare il profilo

della civiltà cipriota dell’inizio dell’età del Bronzo.
Le indagini che hanno portato alla luce l’insediamento di Mavroraki sono iniziate nel 1995 mentre nel 1998 ha avuto inizio lo

scavo sistematico, da cui è emersa un’’industria’ ante litteram, incentrata sulla produzione di olio d’oliva, vino, rame,

tessuti preziosi, (che comprendevano la seta selvatica cosiddetta tortricida, ricavata, in alternativa a quella cinese più

costosa, dal bozzolo del lepidottero Tortrix viridens, endemico dell’Egeo insulare), e i profumi di cui sono stati

individuati i componenti e ricostruite le fragranze di base.
Queste tecniche industriali, ricostruite attraverso l’archeologia sperimentale, sono oggetto della mostra: “Cipro: un sito di

4000 anni fa e l’archeologia sperimentale”, che sarà inaugurata a Viterbo, domani, alle ore 16.30, presso il Museo Nazionale

Etrusco, nella Rocca Albornoz, e sarà visitabile fino al 31 maggio. Nella stessa occasione sarà presentato anche un volume

dedicato al sito di Pyrgos e ai più recenti ritrovamenti tra questi, il tempio il cui scavo è appena terminato.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto