A luglio in libreria. Il noir sbanca (ancora)

A luglio in libreria. Il noir sbanca (ancora)

Torniamo a parlare di libri coi titoli più interessanti – a nostro parere – che le maggiori case editrici offrono…


Torniamo a parlare di libri coi titoli più interessanti – a nostro parere – che le maggiori case editrici offrono per il mese di luglio. Mese di caldo e per qualcuno di vacanze, vi risparmiamo la formula trita e antipatica dei “libri da leggere sotto l’ombrellone”, che è sminuente, almeno per certi autori. Ma proprio perché il caldo non aiuta la concentrazione abbiamo scelto di proporre le storie che ci sembravano più intriganti, quelle che, tanto per lasciarci andare ad un’altra consunta formuletta promettono di “catturare il lettore”.

E a proposito di formulette, proprio l’altro giorno è uscito per Mondadori La Formula matematica della felicità, di  Paolo Gallina, esperto di robotica, docente alla facoltà d’Ingegneria dell’Università di Trieste, a lungo volontario in Sudan.

Chi discute di felicità per risultare credibile dovrebbe perlomeno sforzarsi di essere divertente”, dice l’autore che spiega come la felicità altro non sia che il passaggio da uno stato peggiore a uno migliore, ovvero l’incremento fra due stati. La formula recita Fe = k dS/dT. Troppo complicato? Grazie agli esempi portati dal professor Gallina, il mistero matematico si svela, con divertimento e senza banalità.

 

Lunga la sfilata di gialli e misteri che troveremo in libreria. A conferma che il noir intriga sempre di più e che sposa bene la bella stagione.

In casa Feltrinelli dal 6 luglio ecco Oliver Harris con L’impostore, nuova avventura del detective Nick Belsey la cui carriera è al capolinea.

Nell’indagine sulla scomparsa di un magnate russo dalla sua villa di Hampstead Heath intravede l’ultima occasione per cambiare la sua esistenza: appropriarsi dell’identità dell’oligarca e dei suoi soldi e scappare verso i mari del Sud. Ma non sarà così semplice. Belsey, con il fiato dei superiori sul collo, non resiste all’idea di appropriarsi dell’identità dell’uomo d’affari russo (e dei suoi soldi) e di riciclarsi lontano da Londra, libero e ricco. Nell’indagare su Devereux, Belsey si rende conto però che il suo progetto truffaldino è niente in confronto a quanto scopre sulla vita dell’oligarca.

Sempre per Feltrinelli, ancora un ritorno, quello di Douglas Lindsay con Il monastero dei lunghi coltelli, nuova avventura del barbiere-indagatore-killer Barney Thompson alle prese con un serial killer, flagello di una comunità di monaci.

In questa seconda avventura Barney abbandona la sua piovosissima città per ritirarsi in un convento nel – perennemente ghiacciato – nord della Scozia. Causa di questa fuga è l’eccessiva notorietà a cui lo sottopongono i media dopo che, per una forbiciata non impeccabile, ha ammazzato un paio di persone. L’accanimento dei giornali è parossistico. Barney diventa il capro espiatorio di qualunque cosa sia capitata in tutta la Scozia, in qualsiasi epoca. Come le sconfitte della squadra di calcio scozzese: “L’errore di Billy Bremner contro il Brasile nel ’74: colpa di Barney Thompson”. Ma Bar-ney non fa in tempo a rilassarsi che il convento viene funestato da un terribile serial killer che getta nello sconforto e nel terrore i poveri, ignari monaci e crea non pochi problemi all’ispettore capo Mulholland e al sergente Proudfoot, la coppia di poliziotti più strampalata che mente umana potesse inventare. Una pioggia di citazioni letterarie e cinematografiche, una trama surreale e nerissima: una conferma del particolare black humour di Douglas Lindsay.

Einaudi rilancia con Fred Vargas, autrice che torna in libreria dopo il  buon successo dei suoi ultimi romanzi con La cavalcata dei morti.

Criminalità, mistero e leggenda si fondono dando luogo ad una narrazione ricca di suspense. Un magnate della finanza viene trovato carbonizzato  nella sua automobile. Siamo nei boschi della Normandia e, poco distante, un altro cadavere. Da questa seconda scoperta emergono leggende e miti ancestrali che l’investigatore Adamsberg dovrà comprendere se vorrà dipanare la matassa.

Per gli appassionati del poliziesco puro ecco T. Jefferson Parker (Acque nere) con Sicarios. La frontiera che brucia (edizioni E/O).

In scena l’eterna battaglia contro i narcotrafficanti per una guerra che vede la legge sempre più soccombente. L’agente federale Charlie Hood sente la sconfitta vicna e le difficoltà aumentano quando l’agente infiltrato Sean Ozburn scompare.

Ancora per E/O, Clonato il nuovo romanzo dell’olandese Charles den Tex che vede il ritorno del personaggio di Michael Bellicher, già protagonista di Amsterdam.

Michael sta andando a un appuntamento di lavoro quando assiste a un misterioso incidente automobilistico dall’esito fatale. Con sua grande sorpresa, la polizia, dopo aver raccolto la sua testimonianza, lo arresta. Bellicher scopre così di essere accusato di aver provocato un altro incidente mortale. E tutte le prove sono contro di lui. Ogni difesa è vana, ogni parola controproducente: qualcuno si nasconde dietro la sua identità, e neppure l’avvocato crede alla sua innocenza. L’eroe di den Tex, anche stavolta, è solo contro tutti.

Il Daily Mirror lo ha recensito come un ioncrocio tra Indiana Jones e Dan Brown, per Newton  Compton, da ieri è in libreria Il Vangelo proibito, di David Gibbins.

Al largo della costa siciliana Jack Howard, un archeologo di fama mondiale, e il suo inseparabile collega Costas Kazantzakis sono impegnati in un’immersione subacquea alla ricerca di un antico relitto, la nave che due millenni fa portò san Paolo a Roma. Nel frattempo nella villa dei Papiri a Ercolano una scossa di terremoto apre un passaggio segreto e riporta alla luce una camera rimasta integra: lo studio privato dell’imperatore Claudio. Jack e Costas capiscono che si tratta di una scoperta sensazionale: è il luogo dove l’imperatore si sarebbe ritirato alla fine della sua vita per custodire uno straordinario segreto. E così tra antiche cripte e oscuri templi, pericoli, enigmi e rivelazioni, i due studiosi intraprendono un viaggio che da Roma a Londra, dalla California a Gerusalemme, li porterà indietro nel tempo, fino all’alba della cristianità e a un misterioso documento che qualcuno vorrebbe a tutti i costi sepolto per sempre.

Gibbins, canadese, è un autorevole ricercatore e archeologo. È autore di numerosi bestseller, tra cui Atlantis. Per saperne di più: www.davidgibbins.com





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto