50 sfumature di grigio: parla Charlie Hunnam, Christian Grey

50 sfumature di grigio: parla Charlie Hunnam, Christian Grey

Le donne avrebbero voluto Matt Bomer, ma lui racconta perché è l’uomo giusto per impersonare Christian Grey


Tutti attendevano da tempo di conoscere quali sarebbero stati i due attori che avrebbero interpretato Christian Grey e Anastasia Steele. La notizia ha fatto il giro del mondo, ma prima di essa le news fake che hanno accompagnato il processo creativo e decisionale di E. L. James, della produzione di 50 sfumature di grigio, il film e anche la regista Sam Taylor-Johnson.

Christian Grey e Anastasia Steele sono stati scelti, con sommo disappunto da parte del pubblico femminile e dei fa delle trilogia che sin da subito hanno ammesso di non condividere la scelta. E allora via a petizioni on line a via a social network impazziti che non parlano d’altro. Charlie Hunnam e Dakota Johnson saranno rispettivamente Christian Grey e Anastasia Steele, questa è la scelta definitiva. Questa è la decisione.

Quello che possiamo affermare con certezza è che tra i due, chi sembra meno adatto per la parte è Dakota Johnson, ma semplicemente perché siamo sempre stati abituati a vederla biondo platino e immaginarla nei panni della brunetta timida Anastasia, non è facilissimo. I trucchi cinematografici saranno perfetti e siamo certi che diventerà perfetta. Idem Charlie Hunnam, sarà perfetto soprattutto perché è bello, biondo, ha un fisico scolpito e gli occhi di ghiaccio.

Certo, forse Matt Bomber sarebbe stato più indicato, forse addirittura anche Ian Somerhalder, ma siamo certi che in fin dei conti, che quando la pellicola sarà ultimata e distribuita, le critiche cesseranno. Proprio Charlie Hunnam ha raccontato la sua esperienza nei panni di Christian Grey, o meglio cos’è che l’ha portato a decidere per questa parte, per questo ruolo fondamentalmente molto controverso.

“Il mio primo lavoro è stato Queer as Folk, su Channel 4. Girai scene di sesso incredibilmente esplicite con un uomo. Oggi ho tipo 16, 17 anni in più d’esperienza. Se ho potuto farlo con un ragazzo quando avevo 18 anni, di certo posso farlo a 33 con una ragazza”.

La decisione finale dell’attore, è stata presa anche grazie al supporto di sua moglie Morgana McNelis, che ha accettato serenamente il ruolo interessante e decisamente bollente che suo marito sarebbe stato chiamato a interpretare:

“E’ stata parte del processo decisionale. Amava i libri, li ha letti e le sono piaciuti, ed era davvero entusiasta per il potenziale che aveva questa opportunità per la mia carriera. Lei condivide parti di me che non vorrebbe condividere con altri, e con la natura di questo ruolo saranno 10 volte maggiorati… Ma se non altro ci porterà ad avvicinarci ancor di più”.

Insomma, Charlie Hunnam finirà per far cadere tutte le donne ai suoi piedi. Dimenticate Matt Bomber, non firmate petizioni on line per un Christian Grey diverso, siamo sicuri che l’attore inglese ci regalerà grandi, grandissime soddisfazioni! (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto